La CES : Il cuore dei sindacalisti con le vittime dell’attentato di Ankara

Luca Visentini, Segretario Generale della Confederazione Europea dei Sindacati , ha dichiarato sabato pomeriggio : ’I cuori ed i pensieri di tutti i sindacalisti sono con le persone decedute e ferite a seguito di questo terribile attentato ad Ankara. Esprimiamo tutta la nostra solidarieta’ alle vittime , alle loro famiglie ed ai loro cari »

Visentini ha condannato l’ assassinio a sangue freddo dei partecipanti alla manifestazione per la pace organizzata da affiliati della CES, i sindacati turchi DISK e KESK. « E’ un attacco feroce contro i sindacati e contro la pace. I responsabili non hanno alcun rispetto per la vita umana »

Il Segretario Generale della CES ha espresso preoccupazione per il fatto che la polizia abbia attaccato coloro che cercavano di aiutare le vittime, e ostacolato i servizi di emergenza nel raggiungere il luogo delle esplosioni.

Ha aggiunto : ” Ieri il Premio Nobel per la Pace e’stato dato a coloro che in Tunisia, compreso il movimento sindacale, hanno creato un dialogo nazionale contribuendo ad una pacifica transizione della democrazia. Oggi in Turchia vediamo l’assassinio a sangue freddo di coloro che chiedono la pace.

Nel corso della loro storia i sindacati hanno subito attacchi fisici, verbali e legali per difendere i lavoratori. L’attacco di oggi e’ un episodio particolarmente sanguinoso ed orribile. Ma i sindacati non saranno intimiditi e noi non ci fermeremo nel rappresentare i bisogni della classe lavoratrice. Tutti i sindacalisti sono con DISK e KESK »

Advertisements